giovedì 18 dicembre 2008

Kanazawa - Kobe

Giornata grigia a Kanazawa, a differenza del bel sole di ieri. Dopo aver lasciato l'albergo e avere portato i bagagli in stazione, approfittando degli armadietti a monete, dopodichè abbiamo scelto la panetteria tedesca (!) interna alla stazione per la nostra colazione.Approfittando Loop Bus che (al modico prezzo di 200 yen) fa un giro panoramico di Kanazawa con fermate strategiche ci siamo diretti verso il castello di Kanazawa e il Museo di artigianato tradizionale. Purtroppo abbiamo trovato il museo chiuso, così abbiamo visitato il vicino castello in ricostruzione: sono pochi i castelli giapponesi conservati perfettamente, molti sono stati distrutti da incendi, guerre o bombardamenti e poi ricostruiti, solitamente in cemento. Il castello di Kanazawa purtroppo non fa eccezione, anzi è stato così spesso distrutto da incendi che per lungo periodo non è più stato ricostruito. Ora i lavori sono in corso, un'intera ala del castello è dietro le impalcature, mentre quanto è già stato fatto svetta sulla collina sopra la zona di Katamachi e l'intera città. I giardini interni sono piccoli ma curati, mentre il parco ai piedi del castello probabilmente è ancora in "costruzione". Un malcapitato scroscio di pioggia ci ha colti mentre iniziavamo la visita (ingresso libero ad eccezione di alcune parti interne), così abbiamo dovuto uscire e comprare un ombrello... a nostra discolpa possiamo dire che sembrava più grande! Naturalmente è stato come non averlo.

Dopo la gita al castello e lo ristabilirsi delle condizioni atmosferiche abbiamo puntato a piedi verso il quartiere delle geisha, che offre gli scorci più caratteristici di questa cittadina. Lì le strade sono densamente popolate di casette d'altri tempi, ricoperte esternamente da tradizionali listelli in legno verticali. L'effetto è molto suggestivo di giorno, possiamo solo immaginare cosa fosse di sera, un tempo.














Ripreso il Loop Bus siamo tornati in stazione, dove abbiamo anticipato la nostra partenza per Kobe di un'ora. Con un treno espresso abbiamo raggiunto Osaka in 2 ore e mezza, poi da Osaka siamo saliti su un rapido per Kobe (circa 25 minuti). A Kobe, grazie all'ufficio informazioni della stazione Sannomiya, abbiamo identificato e poi raggiunto il nostro albergo attuale, situato proprio di fronte alla stazione di Motomachi e vicino al quartiere cinese della città.
Kobe è una città portuale, molto aperta e cosmopolita fin dal 19° secolo, estremamente interessante. Dopo il terribile terremoto del 17 gennaio 1995 che fece più di 5000 vittime, Kobe è tornata presto a risplendere, completamente ricostruita e più bella che mai. Dopo esserci sistemati siamo usciti per una passeggiata serale in cerca di un locale per cena e delle famose luminarie. Purtroppo non abbiamo trovato le luminarie, ma ci siamo ritrovati nel solito imbarazzo di scelta di fronte ai numerosi e diversi ristoranti locali. Con un occhio al portafogli e un orecchio allo stomaco siamo entrati in un piccolo ristorantino specializzato in "chanpon". Mangiare il chanpon a Kobe è come mangiare il manzo di Kobe a Nagasaki, ma tant'è: con circa 14 euro abbiamo mangiato una scodellona di chanpon e 6 gyoza a testa + una birra. Il chanpon è una pasta in brodo (ramen) con un ricco contorno di verdure, carne e pesce, tipica appunto della città di Nagasaki nel Kyushu. I gyoza invece li dovreste già conoscere!

Domani mattina completeremo la nostra breve visita a Kobe dirigendoci verso il porto e il museo marittimo della città. Alle 11e40 dovremo ripartire, prossima tappa Himeji. Ci risentiremo però a Hiroshima, dove resteremo 3 giorni e 2 notti. A presto!

2 commenti:

luca ha detto...

Che meraviglia! Seguiamo il vostro viaggio come se fosse il nostro, vi leggiamo tutti i giorni hehehe.
Godetevelo tutto questo mese di Giappone!E mamma mia che acquolina ogni volta!
Luca e Arianna

Marco ha detto...

L'albergo di Kobe "Kobe Plaza Hotel" era uno spettacolo. Stesso costo dello "smile hotel" ma decisamente migliore. Stanza davvero pulita, nuova, profumata e ben arredata. Dava l'impressione di un hotel di classe. Consiglio a tutti di utilizzare questo albergo se doveste andare a kobe anche perchè si trova davanti alla stazione di Motomachi(JR)